Ufficio Anagrafe

Richiesta certificati anagrafici

Dal 1° gennaio 2012, ai sensi dell’art. 15 della legge 12.11.2011, n. 183 "Norme in materia di certificazioni e dichiarazioni sostitutive...", si attua la decertificazione, cioè l’eliminazione dei certificati nei rapporti con le pubbliche amministrazioni ed i gestori di pubblici servizi.
Le Pubbliche Amministrazioni e i gestori di pubblici servizi non possono più richiedere ai cittadini la produzione di atti o certificati inerenti stati, qualità personali e fatti che risultino “autocertificabili.
Pertanto i certificati rilasciati dalla Pubblica Amministrazione sono validi ed utilizzabili solo nei rapporti tra privati.
L’Ufficio Anagrafe può fornire informazioni a soggetti privati esclusivamente mediante il rilascio di certificati anagrafici (di residenza, di stato di famiglia, cumulativi, ecc…) e non a mezzo telefono.
 
I requisiti per questa attività non sono presenti
I certificati anagrafici sono soggetti all’imposta di bollo di € 16,00 sin dall’origine salvo limitati casi di esenzioni previsti da specifiche disposizioni di legge in base all’uso a cui il certificato è destinato.
A tal fine il richiedente deve indicare chiaramente l’uso dei certificati.
In un quadro di innovazione dal mese di gennaio 2019 il Comune ha adottato il sistema di assolvimento in modalità virtuale dell’imposta di bollo per gli atti e certificati anagrafici e con deliberazione di Giunta Comunale n. 47 del 25.03.2019 ha stabilito, avvalendosi di una facoltà dell’ente prevista per legge, l'abolizione dei diritti di segreteria.
Gli studi legali, ad esempio, per le richieste di certificati per uso notifica atti giudiziari, sono esenti sia dall’imposta di bollo che dai diritti di segreteria.
L’imposta di bollo viene assolta effettuando il pagamento di € 16,00, con una delle seguenti modalità:
1)   Con il canale on line My Pay – Pago PA - direttamente dal sito del Comune di Mira  con accesso all'indirizzo www.comune.mira.ve.it scorrendo la pagina iniziale su Servizi On Line cliccare su "Pagamenti Pago PA" e scegliere su Altre tipologie di pagamento la voce "Diritti Vari" e cliccare su Procedi : Inserire i dati anagrafici richiesti e nella finestra Tipologia di diritto scegliere il diritto e  scegliere  pagamento;
2)   Con versamento e/o bonifico bancario sul Conto di Tesoreria presso Unicredit Spa, alle seguenti coordinate  Iban  IT 19 U 02008 36182 000103783944 – specificando nella causale: “Assolvimento Imposta di bollo per certificato anagrafico intestato a ……………(cognome nome)”;
3)   Con versamento a mezzo bollettino sul conto corrente postale  n. 13731302 intestato al Comune di Mira – Servizio Tesoreria - specificando nella causale: “Assolvimento Imposta di bollo per certificato anagrafico ……………(cognome nome)”.
 
Istanza per la richiesta di certificati anagrafici
Durata: 0gg
Responsabile : Gioia Boscolo Caporale

Iter della pratica

Modulistica

Nessun modulo presente
  • Legge del 12 novembre 2011, n. 183 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2012)", art. 15.
  • Codice dell'amministrazione digitale, art. 58 (decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82).
  • D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000 "Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamenti in materia di documentazione amministrativa ".
Le certificazioni emesse dall’Anagrafe sono, di norma, soggette all’imposto di bollo euro 16,00 sin dall’origine, stante l’art. 1, tariffa, parte I, allegato A) al D.P.R. 26.10.1972 N. 642.
I certificati anagrafici possono essere rilasciati in esenzione dall’imposto di bollo in base a quanto stabilito dal D.P.R. 642/1972 o dal D.P.R. 29.9.1973, n. 601 o da leggi speciali successive che espressamente prevedono l’esenzione.
torna all'inizio del contenuto